Il sud #inrete con l'Europa. La mobilità sostenibile riparte da qui.

Seguici su   

Naples Shipping Week

Il PON-IR 2014-2020 è intervenuto, giovedì 1 ottobre, alla Naples Shipping Week, una manifestazione di rilevanza internazionale sulle novità relative a shipping, logistica e innovazione tecnologica, dedicata alla comunità marittima. Per il PON, all'interno del panel #Smart Port & Logistics è stato presente l’ing. Giovanni Infante, Responsabile di Linea d’Intervento porti, interporti, aeroporti e settore della logistica.

 

L'Ing. Infante ha approfondito alcuni specifici settori su cui il PON investe.

Potenziamento della competitività dei porti con 14 i progetti finanziati che riguardano l’ammodernamento delle infrastrutture portuali e logistiche, con un impegno di spesa di 279.200.000 euro.

Miglioramento dei collegamenti di ultimo miglio (ovvero i collegamenti multimodali di porti e interporti) con 9 progetti finanziati per 179.000.000 euro. L’ultimo miglio è rilevante per migliorare l’accessibilità ai principali nodi del sistema Paese: porti, interporti, aree urbane e metropolitane, nelle quali si concentra la maggioranza della popolazione, nonché poli manifatturieri e centri turistici e culturali, ossatura portante del sistema economico nazionale.

L’Ing. Infante ha sottolineato che nel corso dell’ultimo periodo di programmazione (2014-2020), il PON-IR e il Ministero si sono impegnati a individuare un percorso concertativo di programmazione sul territorio promuovendo tavoli tecnici permanenti con gestori di porti, ferrovie, strade e altri stakeholder nelle cinque Aree Logistiche Integrate in Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, i cosiddetti Tavoli ALI. Questo nuovo approccio ha visto un’apertura verso il territorio per acquisire una più approfondita conoscenza della realtà prima di indirizzare gli investimenti.

Da un lato il PON ha evidenziato gli obiettivi strategici di una programmazione nazionale e comunitaria, dall’altra, a livello regionale, le Regioni e gli Enti locali hanno sottolineato priorità e criticità delle aree portuali e gli investimenti più impellenti per lo sviluppo dei porti e del territorio. L’auspicio è che il percorso concertativo, che mira a evidenziare una strategia unitaria locale in coerenza con i piani regolatori portuali ed i piani dei trasporti regionali, possa essere un lavoro costante e non solo finalizzato all’impiego dei fondi del programma operativo corrente.

Durante la sessione non poteva mancare un accenno ai progetti di Sistemi di Trasporto Intelligenti (ITS), cofinanziati dal PON che hanno l’obiettivo di ottimizzare la filiera logistica procedurale, inclusa quella doganale, anche attraverso l’interoperabilità tra i sistemi/ piattaforme telematiche in via di sviluppo, in un’ottica di Single Window/One stop shop.

IT - EN