South #InNetwork with Europe. Sustainable mobility restarts from here.

Follow us   

PON 2014-2020

L’evento informativo del Programma Operativo Nazionale (PON) Infrastrutture e Reti 2014-2020, si è svolto quest’anno in una nuova veste “on line” nella cornice del Forum PA 2020 che, a causa dell’emergenza sanitaria, ha mantenuto il tradizionale appuntamento ma spostandosi su piattaforma digitale.

La giornata del 7 luglio 2020 è stata l’occasione per presentare a un ampio pubblico le attività in corso e risultati finora raggiunti nell’attuazione del Programma, dando visibilità al contributo della politica di coesione per migliorare la qualità delle infrastrutture nei territori oggetto degli interventi.

Talk Forum PA 2020


Il settore delle infrastrutture e dei trasporti, insieme a quello della logistica, è uno degli assi portanti dell’economia, e - in tempo di emergenza Covid-19 – si è rivelato un asset strategico per il Paese. Il Talk organizzato dal PON-IR 2014-2020, “Il Sud #InRete con l’Europa: la resilienza e le politiche infrastrutturali”, ha inteso approfondire le linee strategiche del Programma, gli sviluppi del prossimo futuro, anche in virtù delle nuove necessità in tema di sicurezza emerse a seguito dell’emergenza sanitaria, e alcuni tra i principali progetti in corso di realizzazione.

L’evento ha visto in apertura l’intervento del Direttore generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione ed i progetti internazionali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Dott.ssa Avv. Bernadette Veca, che ha illustrato come la Direzione abbia avviato tempestivamente ogni riflessione utile per individuare possibili azioni di mitigazione di eventuali effetti negativi a livello socio-economico causati dalla pandemia, attraverso il contributo del Programma al settore strategico dei trasporti e della logistica nonché ipotizzare una riprogrammazione della strategia del PON.

In modo particolare, sono state individuate iniziative volte ad aumentare la safety & security degli hub di trasporto quali porti, interporti e stazioni ferroviarie attraverso azioni atte a consentire sistemi di trasporto collettivi più sicuri per i passeggeri e per i lavoratori del settore, come pure per il traffico e lo stoccaggio delle merci, ed è stata riconosciuta l’ammissibilità delle spese volte all’acquisto dei dispositivi di protezione personale e dei materiali per la prevenzione del contagio.

A seguire la Dott.ssa Annamaria Poso, Autorità di Gestione del PON-IR, ha fatto un excursus sullo stato di attuazione del Programma e sull’avanzamento dei principali progetti in ambito portuale, ferroviario e ITS (Intelligent Transport System), con un’attenzione particolare al tema della sostenibilità e delle ricadute positive per lo sviluppo dei territori. Soprattutto, la Dott.ssa Posso ha assicurato che i cittadini possono essere certi che, grazie ad un attento lavoro di squadra, si sta cercando di investire al meglio gli ingenti Fondi europei a disposizione, nella consapevolezza che non si tratta solo una questione di quantità ma anche di qualità ed efficacia della spesa.


Nella seconda parte sono intervenuti l’Ing. Giovanni Infante (Direzione generale per lo sviluppo del territorio la programmazione ed i progetti internazionali – Responsabile del PON per i porti e gli interporti e coordinatore dei Tavoli ALI, MIT), l’Ing. Nunzio Di Martino (Direzione generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione ed i progetti internazionali, Responsabile delle linee di Azione I.1.1 e I.1.2 riguardanti gli interventi ferroviari, MIT), l’Ing. Riccardo Gentilucci (Direzione generale per lo sviluppo del territorio la programmazione ed i progetti internazionali - Responsabile della linea d’azione I.2.1 riguardante l’ottimizzazione del traffico aereo, MIT), e la Dott.ssa Paola Minasi (Agenzia Dogane e Monopoli - Beneficiario) per parlare dei progetti specifici nei territori.

L’evento è stato moderato da Michela Stentella, Giornalista e Responsabile Redazione – FPA. Un appuntamento innovativo che ha messo in evidenza il supporto del Programma ai territori per la creazione di un ambiente favorevole allo sviluppo economico e alla competitività delle regioni del Sud Italia. Per chi non avesse potuto seguire la diretta durante il Forum PA è possibile rivedere l’evento sul canale YouTube del PON-IR.

La dichiarazione del 9 maggio 1950 di Robert Schuman, Ministro degli esteri francese, sancisce la nascita dell'Europa.

"L'Europa non potrà farsi in una sola volta, né sarà costruita tutta insieme; essa sorgerà da realizzazioni concrete che creino anzitutto una solidarietà di fatto."

Per festeggiare insieme la Festa dell’Europa il PON-IR ha organizzato un Quiz online della durata di due settimane, per metterci alla prova su quanto conosciamo l'Europa e il PON-IR.

Il Quiz "Indovina dove ti porta il PON-IR" è ormai chiuso ma le grafiche seguenti lo raccontano.

 

Il Quiz!

Il Quiz!

1) Chi era Robert Shuman?

1) Chi era Robert Shuman?

2) Le 4 libertà della UE?

2) Le 4 libertà della UE?

3) Quanti erano i paesi fondatori della UE?

3) Quanti erano i paesi fondatori della UE?

4) Lo scopo dei Fondi Europei?

4) Lo scopo dei Fondi Europei?

5) Il Corridoio Scan-Med?

5) Il Corridoio Scan-Med?

6) La dotazione finanziaria del PON-IR?

6) La dotazione finanziaria del PON-IR?

7) Gli interventi cofinanziati dal PON-IR?

7) Gli interventi cofinanziati dal PON-IR?

8) Il Porto di Gioia Tauro con chi è gemellato?

8) Il Porto di Gioia Tauro con chi è gemellato?

9) La durata della tratta ferroviaria Palermo-Catania?

9) La durata della tratta ferroviaria Palermo-Catania?

10) Quanti aerei gestisce un controllore di volo?

10) Quanti aerei gestisce un controllore di volo?

I badge del quiz!

I badge del quiz!

La prima tappa della terza edizione dell’Azione di Sensibilizzazione “Il Sud #In Rete con l'Europa: racconta con i tuoi occhi” si svolta presso l’Aeroporto Internazionale di Napoli con gli studenti del Liceo Scientifico Enrico Fermi di Aversa (CS) e dell’IIS Carafa-Giustiniani di Cerreto Sannita (BN).

La mattinata si è aperta con i saluti di benvenuto del dott. Giuliano Nardini, Direttore ENAV dell’Aeroporto Internazionale di Napoli che ha illustrato ai ragazzi la missione e il ruolo di ENAV nei cieli italiani ed europei.

I ragazzi sono stati guidati nel mondo del PON-IR prima con la presentazione introduttiva del dott. Francesco Corso, Responsabile della Comunicazione del PON-IR, e poi, attraverso il racconto di un formatore/animatore che ha stimolato gli studenti a esprimere i loro pensieri su mobilità, unione, diversità, libertà, sviluppo, ovvero i concetti chiave del Programma e dell’Unione europea.

È stato poi introdotto e spiegato il contest creativo che vedrà coinvolti i ragazzi partecipanti.

A seguire il dott. Giuseppe Razzino, Responsabile Rostering and Training, ha coinvolto gli studenti illustrando loro il ruolo e la rilevanza dell’A-CDM, attraverso una presentazione animata, l’intervento che ENAV ha realizzato presso l’hub campano grazie ai finanziamenti del Programma.

La visita è proseguita nella Torre di controllo insieme agli operatori e ai responsabili ENAV, che hanno raccontato e mostrato ai ragazzi il funzionamento dei sistemi di gestione e monitoraggio del traffico aereo, e i benefici ottenuti grazia alla piattaforma di Airport Collaborative Decision Making, finanziata dal PON-IR.

Adesso i ragazzi lavoreranno in gruppo o singolarmente per partecipare al Contest Creativo che risponde alla traccia "Il Sud #InRete con l’Europa: racconta con i tuoi occhi il PON-IR, i progetti che finanzia e in che modo pensi che possano migliorare il tuo territorio e influire sul futuro delle prossime generazioni".

 

Seguici su   

È stata Reggio Calabria la seconda tappa dell’edizione 2020 dell’Azione di Sensibilizzazione “Il Sud #In Rete con l'Europa: racconta con i tuoi occhi”. Gli studenti coinvolti per questa giornata sono stati i ragazzi dell’I.I.S. Augusto Righi, i quali nella prima parte della mattinata hanno svolto la lezione in-formativa in aula e nella seconda parte, insieme ai referenti di RFI, hanno potuto visitare la Sala Centrale Operativa DCO della Stazione centrale di Reggio Calabria.

La mattinata si è aperta con i saluti di benvenuto di RFI che ha illustrato ai ragazzi la missione e il ruolo di Rete Ferroviaria Italiana e gli interventi attivi nel territorio calabrese.

Gli studenti sono stati introdotti al mondo delle Politiche di Coesione da un formatore/animatore esperto di comunicazione dei Fondi europei che ha realizzato un racconto, interagendo con i ragazzi sulle opportunità e sulle tematiche più rilevanti dell’Unione europea. Il dott. Francesco Corso, Responsabile Comunicazione del PON-IR, è poi intervenuto per portare i saluti istituzionali e per illustrare ai ragazzi il contest creativo che li vede protagonisti.

Di seguito il dott. Massimo Spera, Responsabile RFI, ha mostrato agli studenti gli interventi che RFI sta realizzando sul territorio calabrese grazie ai fondi del PON-IR, soffermandosi, in particolare, sui vantaggi del progetto finanziato dal Programma oggetto della visita didattica.

La giornata è proseguita nella Sala Centrale Operativa DCO dove gli operatori e i responsabili RFI hanno spiegato ai ragazzi il funzionamento dei sistemi di regolazione della circolazione ferroviaria, mostrando le attività di gestione, controllo e coordinamento svolte nella Sala Centrale Operativa DCO della Stazione centrale di Reggio Calabria.

 

Adesso i ragazzi lavoreranno in gruppo o singolarmente per partecipare al Contest Creativo che risponde alla traccia "Il Sud #InRete con l’Europa: racconta con i tuoi occhi il PON-IR, i progetti che finanzia e in che modo pensi che possano migliorare il tuo territorio e influire sul futuro delle prossime generazioni".

 

Seguici su    

La terza tappa della terza edizione dell’Azione di Sensibilizzazione “Il Sud #In Rete con l'Europa: racconta con i tuoi occhi” si è svolta in Sicilia.  Una temperatura primaverile accoglie e accompagna durante tutta la mattinata i ragazzi di 4^ dell’ISS E. Fermi - F. Eredia di Catania, una trentina di giovani che frequentano diversi indirizzi – dall’ottico all’alberghiero, dall’assistenza tecnica all’odontotecnico.

Fin da subito hanno mostrato tutti grande attenzione e interesse per i temi presentati da un formatore/animatore che è stato capace di coinvolgere i ragazzi in un viaggio che parte dalla nascita dell’Unione Europea fino ai giorni nostri e giunge e si sofferma, in modo particolare sugli interventi cofinanziati dal PON-IR 14/20.

Entrando più nel dettaglio l’ing Massimo Sfera di RFI e l’ing. Saverio De Luca direttore di Cantiere per Italferr hanno presentato gli interventi attualmente in corso in Sicilia e nello specifico le opere cantierizzate sulla “Bicocca-Catenanuova” ovvero un tratto fondamentale per migliorare e velocizzare una tratta strategica come la Catania-Palermo che, al termine dei lavori, potrà essere percorsa in meno di due ore.

L'intervento in aula si è chiuso con il dott. Francesco Corso, Responsabile Comunicazione del PON-IR, che ha portato i saluti istituzionali e ha illustrato ai ragazzi il contest creativo cui parteciperanno nei prossimi mesi.

La mattina è proseguita a bordo di un bus dove i referenti di RFI e Italferr hanno illustrato la tratta e le diverse aree in cui insistono i lavori (gallerie, opere di modernizzazione della rete, il “villaggio” dove alloggiano gli operai) fino a giungere in un cantiere nei pressi di Catenanuova dove il direttore di Cantiere ha spiegato l’approccio ai lavori, le pile in costruzione funzionali alla realizzazione di un nuovo viadotto inserito all'interno dell'intervento di raddoppio del tratto di linea Bicocca-Catenanuova previsto dal progetto di collegamento veloce Palermo – Catania – Messina.

Inoltre, è stato fatto capire ai ragazzi e alle ragazze dell’Enrico Fermi l’importante occasione offerta per il territorio da questi lavori co-finanziati dall’Unione Europea, che sono i primi da molto tempo in Sicilia e che possono davvero offrire opportunità di sviluppo e lavoro. Per questo motivo le maestranze si sentono molto responsabilizzate e intendono rispettare i tempi di consegna nel rispetto dei vincoli sicurezza e degli standard di qualità previsti.

 

Adesso i ragazzi lavoreranno in gruppo o singolarmente per partecipare al Contest Creativo che risponde alla traccia "Il Sud #InRete con l’Europa: racconta con i tuoi occhi il PON-IR, i progetti che finanzia e in che modo pensi che possano migliorare il tuo territorio e influire sul futuro delle prossime generazioni".

 

Seguici su   

IT - EN