Interventi di dragaggio in area Molo Polisettoriale

Il progetto è finalizzato alla riqualificazione ambientale delle aree ricadenti nel SIN (Siti Interesse Nazionale) Taranto ed allo sviluppo delle infrastrutture portuali. Il dragaggio ha lo scopo sia di approfondire i fondali sia di operare, nelle rimanenti aree della darsena del Molo Polisettoriale, una bonifica ambientale dei fondali. La cassa di colmata conterrà i sedimenti dragati ai fini ambientali e portuali e diventerà, secondo le previsioni del PRP (Piano Regolatore Portuale) un piazzale portuale con finalità di stoccaggio e movimentazione container (tipo il Molo Polisettoriale).

L'intervento prevede il dragaggio della Darsena, del cerchio di evoluzione e dell'imboccatura del molo Polisettoriale e la realizzazione della connessa vasca di colmata, in ampliamento al V Sporgente (lato levante), in cui saranno refluiti i sedimenti dragati. Il dragaggio ha sia la finalità di bonifica ambientale, mediante la rimozione dei sedimenti contaminati, che di portualità, attraverso il raggiungimento della profondità di -16,50 m, che consentirà l'attracco di porta container fino a 18.000 TEUS rispetto a quelle attuali da 8.000 TEUS.

Carta di identitàig porto taranto dragaggio 2021

Intervento
Interventi per il dragaggio di 2,3 Mmc di sedimenti in area Molo Polisettoriale per la realizzazione di un primo lotto della cassa di colmata funzionale all'ampliamento del V sporgente del Porto di Taranto

Beneficiario
AdSP - Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio - Porto di Taranto

Linea di azione
Linea II.1.1

Stato di avanzamento dell'intervento
in corso di esecuzione

Localizzazione
Regione Puglia - Taranto

Contributo del PON-IR
18,1 mln€

Dati aggiornati Aprile 2022